la vita non è un grande armadio rustico dove si allineano pile di lenzuola immacolate e stirate, profumate da un sacchetto di lavanda, ma un coacervo di materassi sporchi dove uomini e donne sono venuti al mondo, dove hanno fornicato e dormito, dove hanno sofferto e sono morti, e tutto è bene così



venerdì 5 febbraio 2016

Seghe mentali

Riprendo a scrivere, è deciso.
Febbraio è il mese delle seghe mentali.
Sono già trascorsi più di trentuno giorni del nuovo anno e ancora nulla è cambiato. Aspetto da sempre una scossa che smuova la monotonia della mia vita. Senza però far nulla.
Mi chiedo se forse è ora di smettere di peccare d'accidia, e lamentarmi di sentirmi immobile o inesorabilmente vuota dentro. Probabilmente la strada giusta per eliminare questa insoddisfazione è prendere in mano le redini della mia esistenza e dare agli eventi una svolta positiva. Ma come fare?